GENTILESCHI. PADRE E FIGLIA

20.00

Autore: Longhi Roberto
Editore: ABSCONDITA
Collana: Carte d’artisti
ISBN: 9788884163103
Pubblicazione: 08/11/2011

1 disponibili (ordinabile)

COD: 9788884163103 Categoria:

Descrizione

“Si ha un bel ridire che Caravaggio è il fondatore di tutto il ‘600 europeo, che è quanto dire dell’arte moderna; un bel domandare come si farebbe a spiegare, storicamente, Velàzquez, o Rembrandt, o Vermeer, o Frans Hals tirando una tenda sui quadri di Caravaggio e lasciando alla vista, accanto, Giorgione, Tiziano, Tintoretto […] per veder se sia proprio fra di essi ti filiazione diretta, o se non si senta mancar un anello in quella curiosa catena della storia dei pittori […]; questo delle basi caravaggesche del ‘600 finirà per doventare un articolo, un domina accettato ma non accetto. Per ciò, forse – poiché anche il sentimento in arte è affare di educazione e di intelletto – è meglio condurre alla spontaneità di questo riconoscimento, attraverso preparazioni mediate; attraverso nessi storici secondari, pure esistenti e che meglio servano a specificare, a controllare, a guidare”. Così Roberto Longhi inizia questo suo scritto giovanile dedicato a Orazio Gentileschi “il più meraviglioso sarto e tessitore che mai abbia lavorato tra i pittori” e alla figlia Artemisia “l’unica donna in Italia che abbia mai saputo cosa sia pittura, e colore, e impasto, e simili essenzialità”. Con uno scritto di Mina Gregori.